Top
6 Mar

Il meglio della Milan Fashion Week

Milan Fashion Week
Si è da poco conclusa l’attesissima Milan Fashion Week, che ha mostrato a tutto il mondo i nuovi trend fashion sulle passerelle milanesi. Le nuove collezioni per l’autunno inverno 2017/18 pensate dai vari stilisti, hanno riservato tanti stupori e alcune perplessità e noi vogliamo farvi un recap dei migliori trend!

Nelle 70 sfilate, per un totale di 174 collezioni presentate, ciò che è risaltato dalla grande kermesse fashion, è stato soprattutto un ritorno all’autenticità del Made in Italy, da sempre considerato il top nell’ambito della moda.

La pelliccia (rigorosamente ecologica) si farà strada aggiungendo quel tocco romantico grazie a un paesaggio illustrato, firmato Marco De Vincenzo. Abiti classici e ricercati tornano a sfilare con il marchio Giada, per arrivare al vertice dell’eleganza. Per Salvatore Ferragamo invece, il look “total black” è intramontabile ed essenziale per la prossima stagione A/I.

 

Milan Fashion Week: dalla Passerella allo Street Style

Tantissime fashion blogger, influencer e trendsetter nazionali e internazionali, hanno mostrato il proprio outfit in strada, dando origine a un vero e proprio movimento “Street Style”, di tendenza tanto quanto quello dettato dalle modelle in passerella.

Bomber, gonne asimmetriche, occhiali aviator, stivali alti fino al ginocchio ma a tacco basso, zainetti con le toppe e marsupi, décolleté a punta, sciarpe con le piume, accessori mix and match: questi sono alcuni dei capi must have che andranno per la maggiore questo autunno/inverno.

Ma torniamo ai brand di lusso. Marni ha deciso di optare per un outfit comodo, morbido, come tailleur oversize, pellicce ampie a pelo lungo e cinture ad anelli anni ’70. Trussardi invece, trae ispirazione dalle stoffe multicolor e decori patch. Emporio Armani utilizza bocche e mani sui top e sulle giacche, un po’ in stile surrealista; mentre Prada stampa ritratti delle dive in stile selfie, sulla seta delle sue camicette e gonne. Come se non bastasse, appaiono gilet pelosi firmati Dolce & Gabbana e contaminazione hippie nel velluto a coste. Moschino, sempre riconoscibile, fa sfilare le sue modelle con abiti ricavati da materiale da imballaggio, con tanto di scritta “fragile”.

Particolarmente interessanti i messaggi scritti attraverso il lettering sugli abiti e accessori. In questo modo, la moda si evolve in comunicazione e i vestiti sono il mezzo ideale per esprimere le proprie idee durante l’era dei social.

Per curiosare tra le ultime tendenze della nuova stagione, visita il nostro Store Online.

Cerdelli Staff